È venerdì, È l’ora del Climate Strike

pubblicato in: Ambiente | 0

Domani Venerdì 15 Marzo 2019 tutto il mondo studentesco si mobilità per difendere l’ambiente. In particolare in Italia sono 140 gli eventi organizzati che porteranno migliaia di giovani a scendere in piazza per chiedere ai governi di cambiare il proprio atteggiamento nei confronti del pianeta.  Si, perché qualcosa nella coscienza di tutti deve cambiare e bisogna compiere gesti seri e concreti a tutela dell’ambiente e del clima prima che sia troppo tardi.

È iniziato tutto con una studentessa svedese di 16 anni, Greta Thunberg, che il 20 agosto del 2018 ha protestato, in sciopero scolastico, seduta di fianco al parlamento svedese, per sostenere il movimento ambientalista. Il suo gesto non è rimasto solo ma è stato supportato da tante altre persone che, nel mondo, dal quel momento, ogni venerdì si sono riunite nelle piazze o hanno postato foto e video per portare avanti questo messaggio.

Domani questi scioperi sparsi diventeranno globali con marce, manifestazioni e flash mob che si svolgeranno in modo coordinato in tutto il mondo. In Italia lo sciopero attraverserà la penisola da Nord a Sud, con iniziative, cortei e marce che si terranno a Roma e Milano ma anche nei principali capoluoghi di regione e quasi in ogni città.

Il movimento in Italia che sostiene quello originario svedese si chiama FridaysForFuture Italy e se anche tu sei dalla parte dell’ambiente domani posta hashtag#FridaysForFuture.